fatti e cronaca - Il mondo degli Schuetzen

Vai ai contenuti

2019_04_13 sulle tracce dell'imperatore Massimiliano

Il mondo degli Schuetzen
Pubblicato da in storia · 14 Aprile 2019
Tags: massimiliano2019
Il Südtiroler Schützenbund, in occasione dei 500 anni dalla morte, ha organizzato un viaggio studio in Welschtirol (Trentino) sulle tracce dell'imperatore Massimiliano Primo d'Asburgo. Il primo luogo visitato è stato San Michele all'Adige dove nel cortile del museo degli usi e costumi della gente trentine si trova il "quadrato magico" del 1516 dove si può leggere il nome di Massimiliano i qualsiasi direzione. Il luogo visitato successivamente è stata la città di Trento, con la chiesa di Santa Maria Maggiore, e quindi in via Belenzani la facciata del palazzo Geremia affrescata nel 1501 in seguito alla visita dell'imperatore nella città quando non era ancora imperatore del Sacro Romano Impero. Successivamente la visita si sposta in duomo dove nel febbraio 1508 Massimiliano fu incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero. Nel duomo si trova anche la lastra tombale di Roberto da San Severino,  condottiero veneziano, morto il 10 agosto 1487 annegando nell'Adige durante la Battaglia di Calliano. Il Vescovo Principe Udalrico Frundsberg in onore del valoroso nemico ordinò, che fosse onorevolmente sepolto nella Cattedrale. Nel 1493 la Statua verrà invece sostituita da una lastra tombale per ordine dell'Imperatore Massimiliano I.  Gli stemmi sulla parte superiore della lastra marmorea sono dei duchi d'Austria, di Trento, del Tirolo , del Principato Vescovile e del Vescovo principe Udalrico Frundsberg. La visita è poi proseguita fino davanti a palazzo Taberelli, dove sulla facciata è inserita un medaglione che riporta il volto dell'imperatore.  I medaglioni in pietra – opera del veronese Alessio Longhi, cui si deve anche il progetto del palazzo – raffigurano personaggi illustri (Bernardo Cles, Massimiliano I, Carlo V, imperatori del sacro romano impero). Dopo il pranzo presso il paese di Solargne, con una puntatina sulle rive dell'Adige dovo sono ancora visibili i percorsi dove camminavano i cavalli che trainavano i traghetti nella risalita del fiume, si è passati per la chiusa di verona (Bern Klause). La giornata infine è terminata presso Castel Pietra (Calliano) antico castello posto a difesa della città di Trento.
Siamo stati accompagnati da Dr. Margareth Lun, Kulturreferentin des SSB e dal Univ.-Prof. DDr. Helmut Rizzolli come guida storica

Google foto   -   foto / Bilder
Flickr   -   foto / Bilder



Email Address info@ilmondodeglischuetzen.it

TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Torna ai contenuti